Comune di Quinto di Treviso

L'oasi naturalistica di Cervara

L’Oasi Naturalistica del Mulino Cervara è una vasta area palustre di 25 ettari (250.000 mq) che, con i 15 ettari della vicina Palude del Barbasso,costituisce una delle più importanti zone umide del Parco Naturale Regionale del Fiume Sile.
Questo luogo ha da sempre attirato l’uomo per la sua ricchezza di acque e risorse naturali, infatti il Mulino di Cervara, oggi porta di accesso dell’Oasi, era già funzionante nel 1325. Esso svolse la sua attività molitoria fino all’inizio del secolo scorso, quando venne dismesso per essere utilizzato come magazzino e, successivamente, come stalla.
Visto lo stato di abbandono, il Comune di Quinto di Treviso acquistò nel 1984 il terreno dell’Oasi e nel 1992 iniziò l’opera di restauro del Mulino: furono salvati gli affreschi presenti all’interno e all’esterno, vennero ricostruiti i macchinari e le due ruote in legno. Infine, la ricostruzione fu completata con la messa in funzione di due diverse macine, una in pietra e l’altra a cilindri. Oggi il Mulino è nuovamente in grado di funzionare, anche se solo a scopo didattico.
All’interno dell’esteso canneto, che occupa buona parte del cuore interno dell’Oasi, trovano rifugio molte specie di uccelli che vi svernano o nidificano, tra cui  il Martin pescatore, lAirone cenerino, il Porciglione, il Tarabusino, il Tuffetto, la Cannaiola, il Pendolino, il Germano reale, l’Alzavola ed il Cigno reale.
Dove il terreno è più asciutto, al canneto si sostituisce il bosco igrofilo costituito da Ontano nero, Pioppo e Salice bianco. Dai primi anni ’80, un’area boscosa all’interno dell’Oasi accoglie una grande colonia di aironi (garzaia) nella quale si contano circa 200 nidi di Airone cenerino, Nitticora e Garzetta.
Una notevole varietà di piante e fiori delle zone umide si può ammirare all’interno dell’Orto Botanico, nel quale sono state raccolte e classificate circa 50 specie vegetali, alcune delle quali rare e preziose come il Trifoglio fibrino e il Giunco fiorito.

Da sempre impegnata nella valorizzazione del patrimonio storico, artistico ed ambientale,  la Fondazione Cassamarca ha promosso e sostenuto il restauro degli edifici, la realizzazione dell’Orto Botanico ed il ripristino della fruibilità naturalistica dell’Oasi attraverso un importante intervento di manutenzione ambientale. Lo sfalcio dei canneti e la pulizia dei canali interni dell’Oasi, vengono svolti in modo da non compromettere l’esistenza e la riproduzione delle specie animali e vegetali.

Vista dello stagno dell'oasi      Vista del mulino      Un cigno reale che spicca il volo dallo stagno

 

Le Attività nell’Oasi

L’Oasi di Cervara offre ai suoi visitatori proposte di:

Informazioni

L’Oasi Naturalistica del Mulino Cervara si trova a Santa Cristina di Quinto di Treviso.
L’ingresso è situato lungo la Strada Provinciale n.17 che da Quinto di Treviso porta a Badoere di Morgano.
Durante la stagione invernale l’Oasi è aperta ai visitatori il Sabato dalle 14:00 fino a mezz’ora prima del tramonto e la Domenica dalle 9:00 fino a mezz’ora prima del tramonto.
Durante la stagione estiva l’Oasi è aperta  anche alcuni giorni feriali con orario pomeridiano.
Su prenotazione l’Oasi è visitabile da scolaresche e gruppi tutti i giorni dell’anno.

Per maggiori informazioni sulle Visite Guidate e sulle Attività nell’Oasi rivolgersi a
Oasi Cervara Srl – Società di Gestione,  Viale della Repubblica 103, Treviso

Tel. 0422/23815 – E-mail:oasicervara@tin.it